Il Medioevo ritorna a Legnarello

Dal 26/01/2018 to 26/01/2018 dalle 20:45 alle 22:30

VENERDì 26 GENNAIO 2018 – ORE 20.45
Isotta, Belzebù e Sorella Morte.
Il Medioevo tra contaminazione e modernità.

Venerdì 12 Gennaio 2018 prende il via l’undicesima edizione delle conferenze organizzate e promosse dalla Contrada Legnarello.
Il tema scelto quest’anno è curioso e affascinante già dal titolo: “Isotta, Belzebù e Sorella Morte. Il Medioevo tra contaminazione e modernità”.
Per cinque incontri, tutti di Venerdì alle ore 20.45 presso il Maniero (Via Dante Alighieri 21 – Legnano), il pubblico potrà approfondire temi e argomenti legati al Medioevo nel solito stile divulgativo che contraddistingue le serate giallo-rosse. Cinque accademici rinomati che mostreranno come l’epoca buia fu tutt’altro rispetto a quello che comunemente ci immaginiamo.
Dal teatro, alla morte, passando per furti e migrazioni di popoli; un calendario vasto e articolato che mostrerà quanto il Medioevo fosse un’epoca ricca di scambi e inventiva; spesso anche… pericolosi.

Come negli anni scorsi, continua la collaborazione con le scuole superiori del territorio. Gli studenti che parteciperanno agli incontri, firmando un apposito registro di presenza, potranno ricevere un attestato di frequenza utilizzabile per il riconoscimento dei crediti formativi.

Venerdì 26 Gennaio 2018
Ladyhawke. Barbari, imperatori magici e mostri tra migrazioni e leggende
Relatore: Jennifer Radulović, storica,scrittrice e indipendent scholar
Gli antipodi camminavano a testa in giù, i Mongoli erano per forza “Tartari” perchè giunti dall’inferno pagano, Paolo Diacono all’epoca di Carlo Magno raccontava delle lunghe barbe premiate da Wotan, Federico Barbarossa non è mai morto e sta aspettando di risvegliarsi dal suo sonno secolare mentre alla corte di Federico II le ballerine orientali danzavano in abiti succinti. L’incontro/scontro con l’alterità nel Medioevo ha preso talvolta forma in miti e leggende straordinarie: un percorso affascinante – e attualissimo – tra le paure e la creatività umana.

NOVITÀ
La serata sarà introdotta da Amanda Colombo (Galleria del Libro – Legnano) che presenterà un romanzo incentrato sul tema della conferenza.
Inoltre grazie a Sa.Ga. Multimedia s.r.l. (Legnano) l’incontro sarà trasmesso in diretta sulla pagina Facebook della Contrada: www.facebook.com/contradalegnarello21/

JENNIFER LJLJANA RADULOVIć
Storica e divulgatrice.
È dottore di ricerca in storia medievale (specializzata in temi militari), scrive saggistica e narrativa, collabora con alcuni atenei e ha firmato su alcune testate nazionali.
Si laurea in Lettere nel 2008 all’Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo con una tesi di Storia Medievale sulla battaglia di Lechfeld con il professor Alessandro Barbero.
Prosegue con la Laurea Magistrale in Scienze Storiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano con il professor Giancarlo Andenna.
Consegue il dottorato di ricerca (PhD) in “Studi storici e documentari” presso l’Università degli Studi di Milano nel 2016 con una ricerca sull’Ungheria nel Medioevo e l’avanzata dei Mongoli in Europa.
Si è inoltre diplomata in “Archivistica, Diplomatica e Paleografia” presso l’Archivio di Stato di Milano nel 2015.
È cultore della materia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (Storia delle Istituzioni Militari, Facoltà di Scienze Politiche).
Scrive saggistica storica (Federico Barbarossa e la Battaglia di Monte Porzio Catone, prefazione di Franco Cardini, Jouvence 2014; La grande invasione. L’arrivo dei Mongoli, Res Gestae 2015) e ha collaborato con alcune testate nazionali come BBC History Italia, Storie di Guerre e Guerrieri, Focus Storia, Libero Quotidiano, Satisfiction etc.
Nel dicembre del 1994 ha vinto il premio letterario Opera Prima di Firenze (sezione juniores) con una narrativa inedita. Ha collaborato con l’Università Loránd Eötvös di Budapest (ELTE) e dal 2015 è cultore della materia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Milano) per il corso di “Storia delle Istituzioni militari” della facoltà di Scienze Politiche cui affianca l’attività di divulgatrice storica attraverso conferenze, radio, riviste e rassegne.
Fondatrice de “Il Circolo del Gotico”.
Per i tipi di ABEditore ha pubblicato una raccolta di racconti gotici, Le Novelle dei Morti, in una edizione realizzata in stile ottocentesco, sia nella copertina che nell’interno, corredata da immagini e decorazioni. Si tratta di racconti ambientati nel XIX secolo, ma con riferimenti storici puntuali per quanto concerne luoghi e date.

Romanzo della serata
LA CORONA D’ALLORO di Thor Vilhjálmsson, ed. Iperborea (2011)
“Piove sangue dal cielo” nell’Islanda del 1200, terra di guerrieri e ispirati poeti. La violenza dei tempi spinge gli animi fragili a perdersi nelle nebbie della follia e travolge la madre del piccolo Guðmundur che, povero e abbandonato, sogna di trovare rifugio tra gli elfi delle rocce. Ma la sua sete di conoscenza gli apre le porte del vicino monastero, un’oasi di pace e riscatto dello spirito dove frate Sveinn lo inizia all’arte della copiatura e alle preziose opere trascritte dai confratelli. È qui che il cristianesimo incontra la mitologia delle origini per tramandare ai posteri un patrimonio di saghe, scritti eruditi e sui “prodigi del mondo”, in cui l’Islanda e l’Europa moderna troveranno le proprie radici. Nominato scrivano del potente Sturla Sighvatsson, Guðmun venta testimone diretto e cantore di un’epoca, trovando nella poesia una “tregua” per “rallentare il tempo” e sublimare il dolore dell’uomo attraverso “il vento delle parole”. La corona d’alloro è un omaggio al valore storico e atemporale della poesia, è la Storia narrata dagli umili, è il Medioevo islandese che rivive attraverso la sua stessa voce, quella dei grandi scaldi, ma anche dei racconti tramandati oralmente da fattore a viandante, da precettore a giovane allievo, di corte in stamberga, colorando ogni volta la realtà di leggenda. Perché questo è l’unico modo che ha l’uomo di esorcizzare la morte e “riconciliarsi con la clessidra e con le stelle”: imparare dalla roccia, che fusa da lingue di fuoco dopo ogni eruzione vulcanica, gioca col vento per raffreddarsi e accoglie la pioggia per coprirsi di nuovo muschio verde.

Durante l’ultima serata, Venerdì 23 Marzo 2018, sarà possibile acquistare il volume edito da Lubrina Editore che raccoglie i contributi del ciclo di conferenze del 2017 dal titolo “Draghi, calzamaglie e cinture di castità. Il medioevo tra realtà e fantasia” (Testi di Alessio Francesco Palmieri-Marinoni, Sara Piccolo Paci, Silvia Malaguzzi, Lucia Miazzo, Gian Luca Bovenzi).

Per partecipare non è necessaria la prenotazione.
Ingresso gratuito.

Informazioni relative ai sei incontri: www.paliodilegnano.it/news/il-medioevo-ritorna-a-legnarello/
Sito Contrada Legnarello: www.contradalegnarello.it