San Domenico

San Domenico… In viride spes

Motto: in viride spes

Il simbolo della contrada è un cane bianco con una fiaccola in bocca.

E’ uno dei rioni più antichi della città, chiamato un tempo “contrada delle frasche” per il suo rigoglioso verde. Nel suo territorio sorgeva il convento di Santa Maria degli Angeli che era situato nell’area dove ora si trovano le scuole Mazzini e il Museo civico. Narrano le storie che in remotissimi tempi ”fussero duo conventi, l’uno situato nel borgo appo la Collegiata di San Domenico, l’altro oltre le mura appo la clausura di Santa Caterina”.

Un segreto cunicolo congiungeva i nominati conventi ed un fantasma vi si aggirava con fragor di catene e boati infernali onde tutta la gente n’era disturbata nei sonni. Il padre guardiano volle mettersi all’imbocco del cunicolo al fine di liberare la Contrada da cotanto discomodo. S’appostò pertanto al pertugio basso di volta e tenevasi a lato un bordone caso mai lo fantasma meditasse gettarglisi addosso.

Venne l’ora e la cappella della collegiata risuonò dei dodici rintocchi della campanella oratoria. Padre Bonino li contò ad uno ad uno e non essendo uomo d’aver paura si pose in attesa dell’avversario. Ed ecco che un gelido vento lo avvolge e una roca voce si diffonde nel pertugio con echi strani tra romor di ciotoli smossi. ”Fra Bonino – dicea la voce – io ti ringrazio d’essere venuto. Mai nessuno ha avuto pietà di me in tanti secoli. Io sono l’ombra del soldato Rodolfo Himmer rimasto insepolto il dì della battaglia di Legnano. Un fendente mi mise a terra e gli zoccoli dei destrieri mi stritolarono, le mie ossa si sono confuse con la terra argillosa di questo cunicolo.

Le troverai sotto la terza voltura, sono bianche, calcaree ed hanno bisogno di una verde sepoltura che mi ricordi i miei campi lontani, la mia terra. Deponile, fra’ Bonino, sotto una delle verdi aiuole della collegiata ed io non turberò più i sonni di questa contrada”. Fra’ Bonino andò avanti, trovò le bianche ossa calcaree dell’antico milite e le seppellì sotto una bella aiuola di San Domenico e, non ricordando il nome del soldato o non riuscendo a scriverlo, pose sulla tomba verdeggiante una bandierina verde con due bianche ossa incrociate. Così le strisce bianche su fondo verde rimasero come emblema perenne della pace riconquistata.

Info

Via Nino Bixio, 6 – Legnano (MI)
Tel.: 0331 599619
info@contradasandomenico.it
www.contradasandomenico.it


Orari apertura:
giovedì dalle 21.00 alle 23.00

Gran Priore

Andrea Morelli

2° anno

Capitano

Alessandro Furlan

2° anno

Castellana

Valentina Rolla

2° anno

29 febbraio 2024

Storie di Palio

I Cenini di una volta… Prosegue il nostro affascinante viaggio nella storia del Palio, e questa volta sarà la Contrada...

Leggi tutto

La Contrada S. Domenico rilancia il Palio di Legnano “patrimonio di tutta la città”

Passaggio di consegne alla contrada biancoverde con l’appello del gran priore Vincenzo Saitta Salanitri alla città che talvolta «giudica senza...

Leggi tutto

Pranzo domenicale in via Bixio

Giornata piacevole in via Nino Bixio. Capitani e Gran Priori hanno accolto contradaioli di tutte l’età per il pranzo domenicale,...

Leggi tutto

Cena degli auguri di Natale

Una sala allestita con maestria dalla Gran Dama Anna Croci Candiani ha accolto 150 ospiti per la tradizionale cena. Abiti...

Leggi tutto

Pranzo delle famiglie e presentazione libro della vittoria

Una giornata bellissima, una sala preparata con maestria dalla gran dama Anna Croci Candiani e dai suoi assistenti, tutto pronto...

Leggi tutto

Cena dei Priori

Serata istituzionale al Maniero di San Domenico nella sala delle bandiere allestita con maestria dai ragazzi a servizio la reggenza...

Leggi tutto

Prossimi appuntamenti Contrada San Domenico

Nella locandina allegata il programma dei prossimi appuntamenti al Maniero di via Bixio

Leggi tutto